Alan Charles Wilder è nato ad Hammersmith, West London il primo giugno del 1959, il più giovane di tre fratelli. Circondato dalla passione per la musica, che accomuna tutti i membri della famiglia Wilder, è stato inevitabile che fosse incoraggiato a seguire le orme dei suoi parenti e iniziare a studiare piano.
 Quando si diplomò alla St. Clement Danes Grammar School all'età di undici anni, era già di gran lunga il migliore della sua classe, e divenne presto membro dell'orchestra della sua scuola.
Continuò a studiare il piano da solo, finchè il suo interesse per Bach e per Beethoven non fu rimpiazzato da quello per Bowie e per Bolan, ed il suo desiderio di suonare per l'orchestra diminuì notevolmente.
 
Nel 1975 all'età di 16 anni, non lo attirava ritornare alla St. Clement Dane per continuare i suoi studi e così cercò lavorò finchè non divenne assistente di studio ai DJM Studios siti in West End.
Quando la DJM creò la propria label, Alan si ritrovò ad essere ingegnere nelle produzioni della label, ed a lavorare anche con artisti che non appartenevano alla label, e non ci volle molto prima che ci si accorgesse delle sue capacità.
Inevitabilmente, la richiesta dei suoi servigi, ed il suo desiderio di avere un ruolo maggiormente creativo, lo condussero via presto dal posto di lavoro ai DJM, dove rimase solo un anno, prima di spostarsi a Bristol per unirsi al suo primo gruppo, The Dragons. The Dragons pubblicarono il singolo "Misbehavin" attraverso la DJM Records, ma dopo il mancato successo e le difficoltà di natura economica, il gruppo si sciolse al termine del contratto discografico.
 
Insieme al bassista dei Dragons Jo Burt, Alan fece ritorno a Londra sei mesi dopo e sotto lo pseudonimo Alan Normal - una necessità nei giorni anarchici del punk - si unì ai Dafne and the Tenderspots. Anche se originariamente il gruppo si esibiva nei ristoranti, la band modificò le sue caratteristiche fino ad arrivare alla new wave, firmando un contratto con la MAM Records.
Dopo aver realizzato Disco Hell nel 1979, che fu accolta tiepidamente, il disinteresse del pubblico e la mancanza di fondi lo spinsero a lasciare il gruppo ed ad unirsi in seguito ai Real to Real. Firmarono per la Red Shadow Records, per la quale pubblicarono diversi singoli ed un album intitolato ‘Tightrope Walker’.
 
Nonostante un moderato successo, i Real to Real non ebbero miglior sorte delle band precedenti e così Alan proseguì il suo percorso entrando nei The Hitmen, con i quali pubblicò la canzone “Bates Motel”, ma non ci volle molto per Alan per ritrovarsi di nuovo a cercare un lavoro.

Nel 1981 Alan rispose ad un annuncio del Melody Maker. Dopo un incontro iniziale con Daniel Miller, capo della Mute Records, fu invitato ad un'audizione ai Blackwing studios. Fu qui che fu presentato ai Depeche Mode, tre amici di Basildon, Essex, che avevano raggiunto il successo con il loro primo disco, Speak and spell, insieme all'ex membro Vince Clarke, songwriter principale.

Ad Alan fu richiesto di dimostrare le proprie abilità suonando una delle loro recenti hits, New Life, ed anche se la band rimase impressionata, Miller non fu del tutto convinto. Dopo qualche discussione ed una seconda audizione, la band lo invitò ad unirsi ai Depeche Mode, inizialmente come turnista.
Wilder: "Il gruppo necessitava di qualcuno che rimpiazzasse Vince con un tour ed altri progetti all'orizzonte, ed il suo abbandono fu inaspettato dopo il successo del gruppo. C'era molta cautela da parti di tutti nei miei confronti. Erano risentiti per il fatto che Vince avesse abbandonato, e volevano dimostrargli che potevano andare avanti anche senza di lui. Era una questione di orgoglio, credo, e non volevano essere neppure visti come quelli che subito andavano alla ricerca di un rimpiazzo."

Alan partecipò al tour negli USA, e partecipò ad una estenuante serie di interviste in corrispondenza con la promozione di See You e Meaning of love.
Tuttavia, nel corso dell'estate 1982, i tre di Basildon si chiusero nei Blackwing Studios senza Alan per dimostrare cosa sapessero fare da soli e realizzarono il loro secondo disco A broken Frame. L'ingresso ufficiale nel gruppo era stato tuttavia soltanto rimandato.