In più di trent'anni di attività, sono ben più di duecento le apparizioni televisive dei Depeche Mode. Frequenti nella prima parte della carriera, più sporadiche negli ultimi tempi: internet assicura un veicolo promozionale formidabile ed immediato. In questa rubrica, 013 cataloga la gran parte delle apparizioni televisive disponibili oggi in streaming, divise per album. Un lavoro capillare, concepito partendo dalla semplice lista delle esibizioni TV. Questa revisione si aggiunge ai filmati storicamente presenti nella sezione "video" di 013.
Sono state catalogate solo le tracce video di qualità almeno sufficiente. Attraverso i profilo Facebook di depechemodeitalia.com, è possibile mettersi in contatto con la redazione per suggerire link nuovi (o migliori). Buon divertimento!

 

         

 


    Personal Jesus è il primo estratto dal settimo album multipremiato Violator e pubblicato il 29 agosto 1989. Il brano, un electro-blues molto ritmato e trascinante ispirato dal libro “Elvis and me” di Priscilla Presley, è stato uno dei primi ad essere terminato, ai Logic Studios di Milano, dove il gruppo lavorò con il produttore Flood e l’assistente al suono Pino Pischetola. PJ è un classico dei DM e uno dei più coverizzati da altri artisti, e ad oggi rimane il 12’ più venduto della band. Molto originale anche la prima pubblicità al singolo, quando in una pagina comprata su Melody Maker appariva soltanto un numero di telefono chiedendo di comporre il numero. Chi provava, sentiva in anteprima il singolo per la prima volta. Il videoclip è diretto da Anton Corbijn, ed è il suo primo video a colori dopo i clip B/W dei precedenti due album. Ambientato in un ranch presso Almerìa, Spagna, i Depeche Mode cantano in quello che sembrerebbe essere un bordello, accompagnati da prostitute. La scena di Gore che respira alternata all’immagine del cavallo ripresa da dietro è stata censurata da MTV. (data di pubblicazione 29.08.1989 – UK charts # 13)
    Enjoy the Silence è il singolo secondo estratto da Violator. Con questa canzone il gruppo vinse nel 1991 i Brit Awards alla British Phonographic Industry come miglior singolo britannico. Il brano, composto da Martin Lee Gore, viene registrato nel 1989 e il 5 febbraio 1990 è pubblicato nel Regno Unito come ventiquattresimo singolo della band. Poche settimane dopo viene messo in commercio anche negli Stati Uniti. Quando Martin Lee Gore scrisse Enjoy the Silence, la canzone doveva essere una lenta e piacevole ballata in Do minore; la versione demo, tutt'oggi reperibile in edizioni limitate del singolo (tra cui spicca quella in vinile 12"), è suonata semplicemente con l'harmonium e cantata dallo stesso Gore. Alan Wilder individuò nella canzone un potenziale hit, e così compose una diversa struttura della stessa, molto più ritmata e quasi dance, che piacque molto al gruppo. Alla versione finale uptempo del pezzo si aggiunge la voce di David Gahan. Il video, diretto da Anton Corbijn, è uno dei più celebri del gruppo inglese: Dave, travestito da re e con in mano una sdraio, attraversa differenti locazioni (sulle Alpi innevate in Svizzera, in Gran Bretagna a Balmoral, in Portogallo). L'idea di Corbijn era quella di un re che possedeva tutto ciò che si possa desiderare, ma che cercava solo un posto dove sedersi. Durante i cambi scenografici, appaiono rapidamente sullo schermo la rosa (simbolo di Violator) e i 4 componenti della band in diverse pose. (data di pubblicazione 05.02.1990 – UK charts # 6).
    Policy of Truth è un singolo dei Depeche Mode del 1990, il terzo estratto dall'album Violator. Nonostante rispetto ai due precedenti estratti monstre abbia avuto meno successo, negli USA raggiunse una posizione di vendita più alta rispetto all’Europa, raggiungendo addirittura la posizione numero 2 nella dance chart di Billboard. Il mitico produttore Francois Kevorkian fece un mix alternativo per il singolo, allungandolo e diminuendo leggermente i bpm, dando maggiore risalto alla voce di Dave. Il videoclip, sempre diretto da Anton Corbjin e sempre a colori, e inserito nella compilation video Strange Too, vede tutti i componenti della band, a più riprese, impegnati a turno con due belle ragazze, ed è girato a New York durante il World Violation Tour (data di pubblicazione 07.05.1990 – UK charts # 16).
    Quarto estratto dal fortunatissimo in termini di vendite Violator, World in my eyes è anche il brano che apre il disco, uno splendido brano di pop elettronico classico con ritmo sintetico sincopato in stile Kraftwerk. Raggiunge la posizione #17 nelle UK charts, mentre come al solito va molto meglio in Germania (ormai diventata il vero fulcro dei fans della band) e nel resto d’Europa. Ottimo anche il riscontro di vendite negli USA, dove la band vive un periodo di eccezionale esposizione e favore di pubblico e critica. WIME, con cui si aprivano I concerti del tour World Violation dopo l’intro strumentale di Kaleid, è un classico targato DM e è stato riproposto spesso nei tour a seguire. Il videoclip girato sempre da Corbjin a colori, vede immagini del gruppo riprese durante un concerto, alternate a quelle in cui Dave alla guida di una decapoottabile in compagnia di una ragazza, assiste alla proiezione del clip in un cinema all’aperto nella campagna americana. (data di pubblicazione 17.09.1990 – UK charts # 17).
    I video disponibili riguardano esibizioni di Personal Jesus ed Enjoy the Silence.

 


 
Na Siehste
 

 


 
WWF Club
 

 


 
-
 

 


 
Peter's Popshow
 

 


 
Hit Studio International
 

 


 
(Veronica TV)
Countdown
 

 


 
Sacre Soiree
 

 



(+ Enjoy The Silence)
 
Rockopop
 

 


 
Later Live with Jools Holland
 

 


 
Jimmy Kimmel Show
 

 


 
Peter's Popshow
 

 


 
(Veronica TV)
Countdown
 

 


 
Sanremo International
 

 


 
Festival di Sanremo
 

 


 
Suprise Sur Prise
 

 


 
-
Mas Musica